.
Annunci online

oblomov

Non esser mai! Non esser mai! Più nulla,
ma meno morte che non esser più!

Diario

20070924

Un piccolo crescendo Diario

Ci sarà forse qualcosa di zen negli eventi (o nella mancanza di eventi) di questa settimana, o forse è stato semplicemente uno di quei momenti del respiro della propria vita in cui si passa dalla completa espirazione all'inizio dell'ispirazione.

Fatto sta che da questa passata settimana, in cui mi sono rimproverato la scarsa iniziativa lavorativa, la poca voglia di fare cose (anche se una serata al bowling ce l'abbiamo infilata) e persino la pigrizia bloggereccia (con un articolo in gestazione da lungo tempo, a tema rivoluzione e cambiamento, che preme per esser partorito ma che resta lì a giacere e maturare).

Il weekend ha segnato la svolta, partendo dall'incazzatura finestrica (poi uno dice che incazzarsi fa male …); il sabato pomeriggio si va alla presentazione di Non più estate, a cui l'autrice arriva in madornale ritardo (non colpa sua), e da cui ottengo una copia del fumetto personalizzata dal disegnatore (invidia per un'arte di cui non tengo parte): ed è una bella esperienza vedere le tavole originali.

La domenica non brilla dal punto di vista lavorativo (diciamo), ma la sera si celebra un tardo pomeriggio tranquillo con l'Affine, che si conclude con un'allegra nottata al concerto di Elio e le Storie Tese, offerto (gratis) da MusicAteneo (Università di Catania).

E poi, oggi le belle notizie: dopo essermi fatto firmare (finalmente!) dal direttore di diparimento la certificazione per il pagamento dell'assegno degli ultimi quattro mesi, passo dal Professore, che mi aggiorna sul possibile futuro del mio assegno di ricerca. E se non posso dire che vi siano certezze su un mio futuro accademico, mi piace vedere le possibilità, le opportunità che si presentano.

Anche se sono offeso del fatto che il Professore non abbia notato la maglietta che indossavo, nonostante l'avessi messa apposta per lui. Ah, che ingratitudine …

E poi con Alex abbiamo corso un minuto più dell'altra volta, ad un ritmo a me più consono, anche se il tempaccio ci ha impedito di fare lardominali.

Insomma, si prospetta un buon inizio di settimana.

permalink | scritto da in data 24 settembre 2007 alle 22:47 | Stampastampa
Commenti Commenti (0) (pagina)
Clicca qui per leggere i commenti o per commentare

20070907

Poteva andar peggio (ma anche meglio) Diario

Direi che possiamo sorvolare su quanto è stato penoso il primo giorno di ritorno alla corsa (nemmeno cinque minuti; però ho fatto gli addominali!). Parliamo invece di Shrek III, fiacca terza (ed a questo punto si spera ultima) puntata di una serie che ha avuto un inizio eccezionale con un brillante seguito. L'ultimo episodio è invece fiacco e lento, e benché abbia i suoi simpatici momenti, langue molto, indugiando sulla retorica e cercando di dare troppo (poco) spazio a troppi personaggi: non c'è più nulla di notevole, nulla di memorabile, nulla per cui valga veramente la pena.

Per consolarci, dopo il cinema andiamo (con l'Affine, Alex e ragazza) a prendere un antipasto ed un piatto di patatine al Tubo (appena riaperto). Durante la successiva passeggiata con sgriccio veniamo fermati da una comitive di giovin pulzelle (ma anche non proprio giovanissime) con ruota a terra. Io ed Alex ci prodighiamo con la nostra buona azione quotidiana, ed io mi trovo pure a subire qualche insulto (insinuazioni sulla possibilità che io possa essere ingegnere; ssé): in cambio hanno le salviettine inumidite per farci pulire le mani. Comicità involontaria quando, mentre io ed Alex inziamo a smontare la ruota a terra le nostre rispettive proseguono la passeggiatina fino alla vetrina successiva, con dubbi preoccupati delle suddette giovin pulzelle sulla possibilità che le ragazze si fossero offese o ingelosite.

Ma la gente è scema o che?

permalink | scritto da in data 7 settembre 2007 alle 20:32 | Stampastampa
Commenti Commenti (0) (pagina)
Clicca qui per leggere i commenti o per commentare

20070518

Quando fu? Diario

Come al solito, se vado a correre senza Alex tiro troppo. E se correndo con lui a 2'50" a giro venti minuti li posso fare abbastanza tranquillamente, scendere sotto i 2'30" mi stronca, e dieci minuti sono una fatica. Però ho fatto anche i lardominali.

Perché diciamolo, ieri al bowling mi facevo un po' schifetto. E non tanto perché non sono arrivato a 100 punti (che vergogna), ma proprio per la panza; che poi ha questa forma curiosa, come se fossi incinto.

E oggi dopo la corsa (e prima dei lardominali), mentre facevo stretching, mi chiedevo: quand'è esattamente che sono invecchiato? Io porrei il limite nel momento in cui la mia vita sedentaria mi ha anchilosato al punto da non riuscire più nemmeno dopo il riscaldamento a toccarmi la punta dei piedi. E la cosa triste è che è stata una cosa recente, perché ricordo che non era affatto un problema il mio primo anno di tango.

Come a conferma del fatto che si invecchia a 25 anni.

Dal lato positivo la giornata di oggi ha rasentato quella ideale, con sveglia “mattutina”, in dipartimento a piedi e carico come un mulo, una mattinata persa appresso agli ultimi ritocchi per la rivista di dipartimento (ok, qui avrei preferito lavorare piuttosto), incontro con il tutor, pranzo e chiacchiere con Yanez ed il Genio di Pisa, corsa e addominali, ritorno a casa con l'Affine … alla fine l'unica cosa a cui potevo dedicare più tempo è stato il lavoro. Ma è tutto pronto, e i giorni a venire promettono bene.

permalink | scritto da in data 18 maggio 2007 alle 22:52 | Stampastampa
Commenti Commenti (4) (pagina)
Clicca qui per leggere i commenti o per commentare
agosto        ottobre