.
Annunci online

oblomov

Non esser mai! Non esser mai! Più nulla,
ma meno morte che non esser più!

Diario

20071019

A volte mi faccio paura Diario

Tipo oggi aspettavo pazientemente (ed un po' annoiato) che l'Affine uscisse dalla biblioteca. Stavo lì parcheggiato con la mia pandina davanti all'ex sede dell'Auro quando ad un certo punto arriva uno con una certa fretta che parcheggia proprio davanti a me; solo che siccome non c'è molto spazio ed è proprio davanti alla curva si fa il più indietro possibile con ma macchina, arrivando a tamponarmi. Scende facendo i soliti gesti di scusa, alzando le braccia stile “mani in alto” e tutto, ed io non gli rispondo; non dico niente, non parlo, non cambio espressione, lo guardo e basta.

Mentre è via a svolgere non so quali urgenti compiti, penso a qualcosa di cattivo da fargli nel caso l'Affine arrivasse prima che lui se ne vada; una cosa simpatica tipo spingergli la macchina in mezzo alla strada, cose così. Però non faccio niente, sto lì seduto e penso e mi guardo intorno.

Poi lui torna, sempre con la sua solita fretta, ed io sono sempre lì, mi sono mosso appena, forse ho cambiato posizione ad un braccio. Ma la sua macchina non parte più. Prova, riprova, aspetta, prova ancora, si guarda attorno, comincia a provare a spingere la macchina in avanti sporgendo un piede: la strada è trafficatissima, pedoni che attraversano, macchine che svoltano, e lui è lì che sa che non può scendere a chiedermi una spinta, e vede che sono lì che lo guardo, sempre con la stessa espressione; forse pensa persino che sono stato io.

Ecco, quando succedono queste cose io un po' mi preoccupo, perché mi sento di avercela buttata io. E poi mi rimprovero anche perché non ho saputo dimostrare di essere superiore scendendo a dargli una mano.

permalink | scritto da in data 19 ottobre 2007 alle 14:16 | Stampastampa
Commenti Commenti (5) (pagina)
Clicca qui per leggere i commenti o per commentare
settembre        novembre